SISMA 2016: DIFFERIMENTO DEL TERMINE PER IL VERSAMENTO DEI TRIBUTI SOSPESI

Si rende noto che la L. 55 del 14 giugno 2019 ha disposto l’ulteriore differimento del termine per la regolarizzazione dei versamenti sospesi per il sisma, a favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito da lavoro autonomo, reddito di impresa e reddito da attività agricole, residenti in uno dei Comuni del c.d. cratere del sisma Centro Italia alla data degli eventi sismici.

Il termine per la ripresa dei versamenti è ora fissato al 15/10/2019.

Per quanto riguarda i tributi comunali, si ricorda che rientrano in tale casistica:

  • IMU: saldo anno 2016, acconto e saldo anno 2017;
  • TARI: tutte le rate con scadenza successiva alla data degli eventi sismici del 2016 (26 ottobre 2016), intero importo anno 2017;

Si ricorda altresì che, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 48 del D.Lgs. 189/2016sono già scaduti:

  • al 31/12/2017, i termini per la regolarizzazione dei versamenti di cui sopra dovuti da soggetti titolari di reddito da lavoro autonomo, reddito da impresa e reddito da attività agricole, anche se residenti o aventi sede legale nel cratere;
  • alle ordinarie scadenze, i tributi comunali dovuti da tutti i contribuenti per l’anno 2018;
  • alle ordinarie scadenze, i tributi dovuti per qualsiasi annualità dai soggetti residenti o aventi sede legale in Comuni non compresi nel c.d. cratere del sisma Centro Italia.
Contenuto inserito il 08/07/2019

Informazioni

Nome della tabella
Ufficio Servizio Associato Entrate Tributarie

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità